Breaking
Sab. Lug 13th, 2024

Sei film con Tom Hanks da rivedere Ricordiamo le pellicole più convincenti di uno degli attori più apprezzati di Hollywood.

Lug 9, 2019

Uno degli attori più apprezzati di Hollywood è sicuramente Tom Hanks, due Premi Oscar, quattro Golden Globe, due Screen Actors Guild Award, cinque Emmy e un Orso d’argento al Festival di Berlino parlano da soli e descrivono a pieno la straordinaria carriera dell’attore. La voce dello schermo ha deciso di celebrarlo ricordando i suoi film indimenticabili che ognuno di noi dovrebbe aver visto almeno una volta nella vita.

PHILADELPHIA (1993):

Il primo Oscar non si scorda mai e il ruolo di Andy Beckett in “Philadelphia”, un giovane avvocato gay malato di AIDS che decide di intraprendere una battaglia legale contro lo studio dove lavorava, ha consacrato Hanks tra i grandi di Hollywood. Per interpretarlo l’attore ha perso dodici chili.

 

FORREST GUMP (1994):

“La vita è come una scatola di cioccolatini, non sai ma quello che ti capita”. Quante volte avete sentito questa citazione? Solo un anno dopo l’Oscar per Philadelphia, Tom Hanks riesce a superarsi ricevendo nuovamente l’ambita statuetta per “Forrest Gump”, perla del cinema che dopo 25 anni rimane un intramontabile evergreen e non ha bisogno di presentazioni.

SALVATE IL SOLDATO RYAN (1998):

Come non ricordare “Salvate il soldato Ryan”? Il film, vincitore di cinque premi Oscar e incentrato sullo sbarco in Normandia, rimane uno dei capolavori del genere bellico, argomento molto caro al duo Hanks e Spielberg. Soltanto uno straordinario Roberto Benigni ne “La vita è bella” non consentì a Tom di vincere il suo terzo premio Oscar come miglior attore protagonista.

IL MIGLIO VERDE (1999):

Altro capolavoro del cinema. Protagonisti Hanks e il compianto Michael Clarke Duncan rispettivamente nei panni della guardia carceraria Paul Edgcombe e di John Coffey, condannato a morte per il presunto stupro e infanticidio di due bambine. “Il Miglio Verde” riceve quattro nomination agli Oscar del 2000 ma non vince nemmeno una statuetta. Tuttavia, non ci si può dimenticare di questa gemma diretta da Frank Darabont e tratta dal romanzo di Stephen King.

CAST AWAY (2000):

Dopo “Forrest Gump”, nel 2000 il regista Robert Zemeckis e Tom Hanks provano a ripetere il successo del loro primo lavoro insieme con il convincente “Cast Away”. Il risultato non è lo stesso del 1994 ma la marea riserverà comunque tante sorprese al film e al naufrago Chuck Noland. Grande prova per Hanks, costretto ancora una volta a dimagrire tantissimo per interpretare al meglio il personaggio.

PROVA A PRENDERMI (2002):

Leonardo Di Caprio, Tom Hanks e Steven Spielberg. Può un trio del genere fallire? Ovviamente no e “Prova A Prendermi” riesce a mettere d’accordo pubblico e critica. Nonostante non porti a casa statuette ma solo due candidature agli Oscar, il film è comunque molto apprezzato ed è sempre un piacere rivedere i continui tentativi operati dall’agente dell’FBI Carl Hanratty per incastrare il truffatore Frank Abagnale.

 

Di Francesco Sciortino

By lavocedelloschermo

Francesco Sciortino, giornalista pubblicista dal 2014, appassionato di serie tv, cinema e doppiaggio. In passato cofondatore della testata online “Ed è subito serial”.

You Missed

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi