Breaking
Lun. Lug 22nd, 2024

Intervista a Carolina Signore: “Al cinema in ‘Appena un minuto’. Che maestra Loretta Goggi” La giovane attrice presenta il ruolo di Greta e racconta l'esperienza sul set del film di Francesco Mandelli e con Max Giusti, Loretta Goggi e Dino Abbrescia.

Ott 10, 2019

La voce dello schermo ha intervistato Carolina Signore, che possiamo ammirare attualmente al cinema in “Appena un minuto” al fianco di Max Giusti, Loretta Goggi e Dino Abbrescia. Attrice giovanissima ma che si sta ritagliando grande spazio nella televisione e nel cinema italiano, Carolina ha presentato il personaggio di Greta, raccontato le impressioni provate recitando al fianco di Loretta Goggi e rievocato i suoi esordi da attrice.

Salve Carolina. Benvenuta su “La voce dello schermo”. È uscito da qualche giorno nelle sale “Appena un minuto”, di Francesco Mandelli. Presentaci un po’ il film e il tuo personaggio…

Salve a tutti, “Appena un minuto” è una commedia che tratta temi molto ricorrenti nella vita. Ad esempio il mio personaggio, Greta, rappresenta tutte le ragazze adolescenti che vivono la loro vita attraverso i social, aspetto che spesso causa problemi nella vita reale.

Cosa ti ha colpito di più dal set? C’è qualche aneddoto particolare che ricordi con piacere con i membri del cast?

L’aspetto che mi ha colpito maggiormente è stato il clima che ho trovato sul set. Oltre al contesto lavorativo, che rimane la priorità, non credevo di poter trovare un ambiente così divertente. Eravamo una famiglia allargata. Un aneddoto che ricordo con piacere è legato alla nostra permanenza a Sofia, in Bulgaria. Mentre eravamo in un ristorante tipico, a un certo punto tre signori sono entrati nella sala dove ci trovavamo noi e hanno cominciato a suonare e cantare. Appena li ha visti, Max ha fatto lo stesso e li ha seguiti a ruota libera…

Quali sono le altre esperienze a cui sei maggiormente legata in tv e al cinema?

Sono molto legata al film “Viaggio Sola” perché è stato il mio primo film e siamo anche andati in Puglia a girare. Mi è rimasto nel cuore perché grazie a questa esperienza ho capito che quello che avrei voluto fare nella vita era recitare.

Quali sono stati i colleghi con cui hai lavorato che ti hanno colpito di più e perché?

Sicuramente Loretta Goggi. Alla lettura del copione di “Appena un minuto”, mi ha colpito il suo atteggiamento solare e la sua professionalità. Nonostante abbiamo girato due piccole scene insieme, ho cercato di imparare il più possibile.

Sei molto giovane, come riesci a conciliare la vita da ragazza con quella da attrice?

Non ho troppi problemi con questo. Recito da quando ero piccola e sono abituata a gestire contemporaneamente la mia vita lavorativa e da ragazza. Inoltre, ho la fortuna di poter contare su degli amici che sono anche i primi a sostenermi.

Questo portale si chiama “La voce dello schermo”. Cosa significa per te ascoltare la voce dello schermo?

Per me significa sognare e immaginare il personaggio. Mi piace chiudere gli occhi e immaginare il suo volto.

Di Francesco Sciortino

*Foto di copertina e foto 2 di Cristina di Paolo Antonio

**Foto 1 e 3 di Alessandro Pizzi

By lavocedelloschermo

Francesco Sciortino, giornalista pubblicista dal 2014, appassionato di serie tv, cinema e doppiaggio. In passato cofondatore della testata online “Ed è subito serial”.

You Missed

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi