Breaking
Gio. Feb 29th, 2024

Sundance 2020: I titoli più interessanti Il Festival del cinema indipendente è alle porte, vediamo i progetti più promettenti

Gen 4, 2020

Dal 23 gennaio al 2 febbraio, nello stato americano dello Utah, più precisamente a Park City, si celebra il primo importante festival cinematografico della stagione invernale, ovvero il Sundance Film Festival

Fondato da Robert Redford negli anni ‘80, il Sundance è una vetrina dedicata principalmente al cinema indipendente americano e internazionale. È composto sia da sezioni competitive per film e documentari (lungo e cortometraggi), sia da un gruppo di sezioni fuori concorso, tra cui le categorie NEXT (la quale mira ad ampliare il bacino di pubblico di nuovi filmmaker), New Frontier (la quale propone metodi di produzione cinematografica alternativi e film sperimentali che spingono i confini del cinema), Spotlight (dedicata ad alcuni film degni di nota che però hanno già avuto la loro premiere altrove), Midnight (riservata ai film che si pensa faranno maggiore scalpore tra il pubblico, dai temi sfrontati e audaci) e Kids (che si impegna a portare la magia del cinema anche ai più piccoli). Le categorie Premiere e Premiere Documentary, anch’esse escluse dal concorso, si concentrano su autori già affermati che conservano lo spirito cinematografico indipendente. 

I film che faranno parte della 35esima edizione del festival sono 118, ma noi de La Voce Dello Schermo abbiamo stilato una lista dei titoli più interessanti, divisi per categoria. 

U.S. Dramatic

SHIRLEY

Fred e Rose si trasferiscono in una piccola città del Vermont alla ricerca di un lavoro per Fred all’interno di un’università. La giovane coppia riceve un’offerta di vitto e alloggio gratuiti dal professor Stanley Hyman, a patto che Rose accetti di trascorrere del tempo pulendo la casa e badando alla moglie dell’uomo, l’acclamata autrice dell’orrore Shirley Jackson. Dapprima Fred e Rose detestano la dimora rocciosa dell’eccentrica coppia, ma alla fine riusciranno a stabilire profondi legami con le loro controparti, che metteranno alla prova i limiti del loro giovane amore.

Shirley è una rivisitazione del dramma d’epoca, piena di intrighi contemporanei e dinamici nello stile. Presenta uno stellare cast in cui spiccano i nomi di Elisabeth Moss, Michael Stuhlbarg, Odessa Young, e Logan Lerman. 

ZOLA

Zola incontra Jessica in un ristorante dove lavora come cameriera e le due legano immediatamente. Il giorno dopo essersi scambiate i numeri, Jessica invita Zola a partire con lei per un viaggio cross-country, dove l’obiettivo è quello di fare più soldi possibili ballando in numerosi strip club della Florida. Zola acconsente e  improvvisamente si ritrova intrappolata nel viaggio più assurdo e inaspettato della sua vita.

Una storia straordinariamente unica ed eccentricamente animata che è stata raccontata per la prima volta in 144 tweet pubblicati da A’Ziah King il 27 ottobre 2015. Nel cast Riley Keough, Taylour Paige e Nicholas Braun. 

NEVER RARELY SOMETIMES ALWAYS

Autumn, una ragazza tranquilla, lavora come cassiera in un supermercato della Pennsylvania rurale. Di fronte ad una gravidanza indesiderata e senza valide alternative per la cessazione nel suo stato natale, lei e sua cugina Skylar racimolano un po’ di soldi, fanno le valigie e salgono su un autobus per New York. Con solo un indirizzo della clinica in mano e nessun posto dove stare, le due ragazze si avventurano coraggiosamente nella città sconosciuta.

Con totale franchezza e intima emozione, la regista Eliza Hittman racconta senza paura la storia di una ragazza adolescente che intraprende un duro viaggio mettendo in luce una delle tematiche più importanti e discusse degli ultimi tempi: il diritto di una donna di scegliere cosa fare con il proprio corpo e di conseguenza con la propria vita.

NINE DAYS

E se nascere non fosse l’inizio, ma l’obiettivo? In un luogo lontano dalla realtà che conosciamo, un uomo di nome Will intervista dei potenziali candidati (personificazioni di anime umane) a ottenere il privilegio che una volta aveva avuto: essere nato. Cinque contendenti emergono. Nel corso di nove giorni, Will testerà ognuno di loro, ma solo uno potrà essere la scelta finale. Il vincitore sarà premiato con l’ambita opportunità di diventare un neonato nel mondo reale, mentre gli altri cesseranno di esistere. Quei nove giorni sono tutto ciò che potranno mai sperimentare.

Soprannaturale, metafisico, e ricco delle emozioni profonde e umane, Nine Days ti colpirà nel cuore dandoti da pensare. Sostenuto da una straordinaria performance di Winston Duke e animato da uno buon cast di attori di grande successo, segna il debutto dello scrittore-regista Edson Oda, un singolare artista visionario.

MINARI

Sono gli anni ’80 e David, un ragazzino coreano-americano di sette anni, si trova di fronte a nuovi ambienti e a un diverso modo di vivere quando suo padre, Jacob, trasferisce la sua famiglia dalla costa occidentale all’Arkansas rurale. Sua madre, Monica, è sconcertata dal fatto di dover vivere in una casa mobile in mezzo al nulla, dove il piccolo David e sua sorella si annoiano a non finire. Quando dalla Corea arriva la nonna pronta a trasferirsi da loro, i suoi modi sconosciuti suscitano la curiosità di David. Nel frattempo, Jacob, determinato a creare una fattoria su un terreno non sfruttato, mette in pericolo le loro finanze, il suo matrimonio e la stabilità della famiglia.

Ispirato dalla sua infanzia, lo scrittore-regista Lee Isaac Chung crea una splendida, delicata storia del sogno americano mentre la famiglia Yi abbraccia i loro alti e sopporta i loro bassi. Ogni personaggio è disegnato con amorevole autenticità e profondità. 

SYLVIE’S LOVE

L’aria è afosa e la musica jazz risuona per le strade nell’estate newyorkese del 1957. Sylvie da una mano nel negozio di dischi di suo padre mentre aspetta il suo promesso sposo che sta per tornare dalla guerra. Questo fino a quando il sassofonista Robert entra nel negozio in cerca di un lavoro diurno per pagarsi la residenza presso il Blue Morocco. Questo incontro casuale accende una profonda passione nei due, diversa da qualsiasi cosa abbiano mai provato prima. La madre di Sylvie disapprova immediatamente e le ricorda il suo fidanzamento, mentre la band di Robert si aggiudica il loro primo grande concerto oltreoceano. Col passare del tempo i due si innamorano sullo sfondo della rivoluzione sessuale e dell’ascesa del Motown. 

Lo scrittore e regista Eugene Ashe fonde delicatamente il romanticismo e la musica in una storia romantica che trascende il cambiamento dei tempi, la geografia e il successo professionale. Nel cast Tessa Thompson nel ruolo di Sylvie, una donna che prende il controllo della sua vita in modo inaspettato. Costumi squisiti e una colonna sonora senza tempo, Sylvie’s Love è un’ode alla forza inarrestabile dell’amore nelle nostre vite.

World Dramatic

YALDA, A NIGHT FOR FORGIVENESS

Maryam è una giovane donna condannata a morte per aver ucciso suo marito, Nasser. La legge iraniana permette alla famiglia della vittima di perdonarla e risparmiarle la vita. Il destino di Maryam sarà quindi deciso dalla figlia di Nasser, Mona, nel reality show televisivo più popolare del paese. Davanti a milioni di spettatori durante la Yalda (celebrazione del solstizio d’inverno), Maryam e Mona scoprono che il perdono può essere difficile quando si è costretti a rivivere il passato.

Anche se Maryam e Mona sono condannate, in qualche modo, e soggette al profondo patriarcato dell’Iran, trovano agenzia, autorità morale e libertà all’interno di questi confini. Il film scopre la vivace e moderna identità dell’Iran accanto alla sua cultura profondamente tradizionale. 

CHARTER

Quando una chiamata fatta a notte fonda da suo figlio Vincent viene bruscamente interrotta prima che Alice possa accertarsi di cosa sia andato storto, si precipita a controllare il ragazzo e sua sorella, che da dopo la separazione vivono a nord di Stoccolma con il padre. A quel punto Alice capisce, a distanza di mesi, fino a che punto il suo ex marito l’abbia esclusa (con il sostegno della comunità) dalla vita dei bambini. Frustrata, Alice porta via i bambini di nascosto per nascondersi a Tenerife, determinata a ristabilire il loro rapporto e a riaffermare il suo ruolo di madre e protettrice.

La scrittrice e regista Amanda Kernell mostra un intenso ritratto della forza dell’amore di una madre imperfetta. La cinematografia di Sophia Olsson coglie splendidamente come il mutevole paesaggio fisico rappresenti erratico, appassionato, le mutevoli speranze di Alice. I giovani attori Tintin Poggats Sarri e Troy Lundkvist fanno un bel lavoro rappresentando i bambini segnati dalle loro battaglie interne.

POSSESSOR

Tasya Vos è un’agente che utilizza la tecnologia ad impianto cerebrale per abitare il corpo di altre persone, spingendole a commettere omicidi a beneficio della società. Sebbene lei abbia un dono speciale per questo lavoro, le sue esperienze sul campo hanno causato un cambiamento drammatico in lei e nella sua vita, mettendola alla prova per sopprimere ricordi e impulsi violenti. Man mano che la sua mente si affatica, Tasya comincia a perdere il controllo, e presto si ritrova intrappolata nella mente di un uomo la cui identità minaccia di annientare la propria.

Dietro a questo pulp thriller troviamo lo scrittore e regista Brandon Cronenberg. Un mistero efficiente, ricco e grottesco, dal design impeccabile e un ambizioso world building. Buone anche le inquietanti performance di Andrea Riseborough, Christopher Abbott e Jennifer Jason Leigh. 

U.S. Documentary

BOYS STATE

Documentario che racconta di un esperimento condotto negli Stati Uniti. Un migliaio di ragazzi maschi di 17 anni provenienti da tutto lo stato del Texas si riuniscono per costruire da zero un governo. I grandi ideali si scontreranno con gli sporchi trucchi del mestiere e quattro ragazzi dalle diverse idee politiche dovranno sfidarsi a formare partiti politici per poi creare una vera e propria campagna elettorale. Il premio più ambito? La carica di Governatore. 

US KIDS

Dopo il massacro avvenuto alla Marjory Stoneman Douglas High School di Parkland, in Florida lo scorso 14 febbraio 2018, alcuni degli studenti decidono di trasformare la tragedia in un’opportunità di parlare dell’epidemia nazionale americana rappresentata dalla violenza armata. Il loro movimento si trasforma in vero e proprio attivismo, coinvolgendo altrettante vittime, che si uniscono dando voce ad una generazione di giovani segnati da un trauma ma determinati nella loro causa.

WELCOME TO CHECHNYA

Un gruppo di attivisti affrontano pericoli inimmaginabili per svelare le continue campagne e i piani d’azione contro le comunità LGBTQ+ nella repressiva e chiusa repubblica russa. Dal 2016, il leader tirannico della Cecenia, Ramzan Kadyrov, ha condotto una perversa operazione per “ripulire il sangue” dei ceceni appartenenti alla comunità LGBTQ+, supervisionando una campagna governativa per incarcerarli, torturarli e ucciderli. Senza l’aiuto del Cremlino e con solo una debole condanna globale alla violenza, una vasta e segreta rete di attivisti prende in mano la situazione.

CODED BIAS

La società moderna si trova davanti a un bivio: Che cosa significa quando l’intelligenza artificiale governa sempre più le nostre libertà? E quali sono le conseguenze per le persone verso cui l’IA è prevenuta? Quando la ricercatrice del MIT Media Lab Joy Buolamwini scopre che la maggior parte dei software di riconoscimento facciale non identificano con precisione i volti più scuri o femminili, si addentra in un’indagine fatta di pregiudizi diffusi negli algoritmi. A quanto pare, l’IA non è affatto neutra.

World Cinema Documentary

SAUDI RUNAWAY

Muna è una giovane donna stanca di essere controllata dallo Stato in cui vive, l’Arabia Saudita, e delle dure restrizioni che sopporta in quanto donna. Il suo matrimonio combinato, nel quale vede una vita senza libero arbitrio, è imminente, e Muna decide così di dover fuggire per salvarsi. Documenta segretamente ogni momento della sua claustrofobica esistenza usando il suo cellulare, spesso filmando attraverso il suo hijab. La sua fotocamera ci dà anche un accesso ai suoi pensieri più intimi man mano che passa da essere mezzo di documentazione ad àncora di salvezza. Il suo meticoloso piano di fuga avrà successo?

THE EARTH IS BLUE AS AN ORANGE

Squisitamente girato e audace nel suo approcciarsi al meta-racconto, questo documentario, firmato Iryna Tsilyk, segue una madre single, Anna, e i suoi quattro figli mentre documentano la loro vita sotto assedio in Ucraina.

THE MOLE AGENT

Dopo aver perso la moglie Sergio decide di diventare una spia cilena. Gli viene fatta una proposta da un investigatore privato che ha bisogno di una talpa credibile per infiltrarsi in una casa di riposo. La sua cliente, la figlia preoccupata di uno specializzando, sospetta che sua madre stia subendo abusi e lo assume per scoprire cosa stia realmente accadendo. Sergio, 83 anni, fatica a destreggiarsi tra la moderna tecnologia da spionaggio ma si impegna a portare a termine la propria missione. Presto si rende conto che la verità non ha niente a che vedere con quello che qualcuno aveva sospettato.

THE REASON I JUMP

Basato sul libro scritto da Naoki Higashida quando aveva solo 13 anni questo documentario è un’esperienza cinematografica coinvolgente che racconta la storia di un gruppo di persone autistiche non verbali sparse in tutto il mondo. 

Next

LA LEYENDA NEGRA

L’adolescente Aleteia si è appena trasferita in un nuovo liceo a Compton e fa fatica a farsi degli amici. Essendo un’immigrata salvadoregna cresciuta negli Stati Uniti, Aleteia ha fatto dell’attivismo clandestino il mezzo per far sentire la sua voce, ma tutto è messo in pericolo quando il suo status di protezione temporanea è compromesso e il suo futuro diventa incerto. Fa inaspettatamente amicizia con Rosarito, una ragazza popolare stanca della sua insulsa cricca e attratta dalla resilienza di Aleteia. Mentre le ragazze stringono un’amicizia, Aleteia diventa sempre più determinata a lottare per il suo diritto di rimanere nella casa dove è cresciuta.

SPREE

Kurt sogna un giorno di trovarsi a capo di un impero costruito sui social media, ma è ancora lontano dall’obiettivo. Attualmente fa l’autista per la compagnia Spree, il che è divertente per lui, perché ha l’occasione di conoscere e frequentare gente fichissima per tutto il giorno. Fortunatamente, Kurt ha trovato il modo perfetto per diventare virale: l’#TheLesson. Ha riempito la sua auto di telecamere per mettere su un livestream senza sosta pieno di intrattenimento da paura. Nel mezzo di tutta questa follia, Jessie Adams, anch’ella impegnata a diventare famosa online, fa la conoscenza di Kurt e diventa l’unica speranza per fermare la sua carneficina.

BLACK BEAR

In una remota casa sul lago sulle montagne Adirondack, una coppia intrattiene un ospite proveniente da fuori città alla ricerca di ispirazione per la sua arte cinematografica. I due cadono vittime di un calcolato gioco basato sul desiderio, la manipolazione e la gelosia, ignari di come la loro vita sarà presto parte integrante della ricerca del regista di un’opera d’arte, che confonde i confini tra autobiografia e invenzione.

Midnight

SCARE ME

Fred, un copywriter frustrato, si rinchiude in una baita invernale per iniziare il suo primo romanzo. Mentre fa jogging nei boschi vicini incontra Fanny, una giovane autrice di romanzi horror di successo che non fa altro che alimentare le sue insicurezze. Durante un’interruzione di corrente, Fanny sfida Fred a raccontare una storia spaventosa. Con l’arrivo di una tempesta, passano il tempo raccontandosi storie di paura alimentate dalle tensioni tra di loro, e Fred è costretto ad affrontare la sua paura più grande: Fanny è una narratrice migliore. La posta in gioco si alza quando un fan dell’horror bussa alla loro porta. Oltre la pizza porterà anche un po’ di leggerezza all’ormai accesa competizione. 

IMPETIGORE

Come si fa a sfuggire a un’eredità familiare quando è letteralmente radicata dentro di te? È ciò che Maya vuole scoprire dopo che un incontro ravvicinato con la morte la porta a farsi domande sui genitori che non ha mai conosciuto e su ciò che potenzialmente hanno lasciato. Accompagnata dalla sua migliore amica, Dini, si avventura nel remoto villaggio dove viveva da bambina. Lì osservano strani fenomeni: il più notevole, non ci sono bambini in giro. Mentre rimuovono gli strati della segreta facciata del villaggio, si ritrovano al centro di una storia che trascende la vita e la morte.

THE NIGHT HOUSE

Alla morte inaspettata di suo marito, Beth viene lasciata sola nella casa sul lago che lui ha costruito per lei. Lì tenta come meglio può di tenere insieme i residui pezzi della sua vita, ma poi arrivano i sogni. Visioni inquietanti di una presenza in casa la chiamano. Ma la dura luce del giorno cancella ogni prova di un’infestazione. Contro il consiglio dei suoi amici, lei inizia a scavare tra le cose del marito, bramando risposte. Quello che troverà sono segreti tanto strani quanto terribili e si imbatterà in un mistero che è determinata a risolvere.

Spotlight

THE ASSISTANT

Jane è una giovane assistente di un importante dirigente del mondo dell’entertainment, un uomo di cui non vediamo mai il volto, anche se il cui personaggio è chiaramente ispirato dalle testimonianze #MeToo che circondano Harvey Weinstein. Non c’è niente di glamour o gratificante nel suo lavoro, eppure lei ricorda spesso che ogni  aspirante giovane produttore cinematografico ucciderebbe per prendere il suo posto. Nel corso di 24 ore, assistiamo alla moltitudine di degradazioni e ostilità (sia da parte degli uomini che delle donne) che Jane continua a sopportare stoicamente. Svolge tranquillamente i suoi compiti ordinari con l’atteggiamento di qualcuno che è abituato a questo tipo di trattamento. Proprio quando pensiamo che nulla può essere fatto per alleviare il suo crescente disagio, Jane decide di agire, e quello che segue è un’affascinante raffigurazione delle meccaniche che portano all’abuso di potere.

THE PERFECT CANDIDATE

Quando a Maryam, un giovane medico che lavora sodo nella clinica di una piccola città, viene impedito di volare a Dubai per una conferenza senza l’approvazione di un tutore maschile, lei cerca aiuto in un cugino inserito in politica. Inavvertitamente si registra come candidata per il consiglio comunale. Maryam vede l’elezione solamente come un modo per riparare la strada fangosa di fronte alla sua clinica, ma la sua campagna raccoglie lentamente sempre più consensi.

Kids

BINTI

La dodicenne Binti e suo padre sono immigrati irregolari provenienti dal Congo che vivono in Belgio da quando Binti era piccola. Lei sogna di vivere una vita normale e aspira ad essere un’influencer online, ma la loro vita è sconvolta quando lo squat di rifugiati in cui vivono è razziato dalla polizia belga. 

COME AWAY

Prima che Peter diventasse Pan e Alice visitasse il Paese delle Meraviglie, erano fratelli che vivevano in un’idilliaca casa di campagna con i loro genitori e il loro fratello maggiore, David. Tuttavia, il cambiamento è nell’aria quando la loro zia, estremamente critica del modo in cui vengono cresciuti i bambini, vuole far sì che David venga spedito in un prestigioso collegio. Mentre la famiglia cerca di accettare l’imminente partenza di David, un incidente mortale distrugge le loro vite. Con la loro famiglia distrutta sia emotivamente che finanziariamente, Alice e Peter decidono di trovare una soluzione. Vanno a Londra per vendere un cimelio di famiglia e presto si trovano in un oscuro, misterioso e pericoloso mondo sotterraneo che li spinge in un’avventura che cambierà il corso delle loro vite.

Premieres

PROMISING YOUNG WOMAN

La sospettosamente poco ambiziosa Cassie conduce una vita tranquilla lavorando come barista e vivendo nella casa dei suoi genitori dopo aver lasciato la scuola di medicina. Lei e la sua amichevole capo Gail sprecano le giornate a chiacchierare davanti al bancone del bar. Il modo in cui Cassie trascorre le sue serate, tuttavia, rivela una vendetta bollente. Gli uomini che incrociano la sua strada sono in serio pericolo, perché la bella e brutale Cassie cerca di guarire dai traumi del passato, dispensando lezioni feroci. Quando Ryan, un ex compagno di classe, rientra nella sua vita, così fa anche la possibilità di guarire, fino a quando nuovi dettagli sulla morte della sua migliore amica fanno infuriare Cassie e la spingono verso il confronto più spietato di sempre.

Emerald Fennell e il suo team dipingono un ritratto perversamente eroico e un elogio alla perdita di potenziale che si verifica quando la crudeltà maschile rivendica ancora un’altra giovane promettente donna.

THE GLORIAS

Giornalista, combattente e femminista: Gloria Steinem è un’icona indelebile conosciuta per il suo attivismo mondiale, la sua guida del movimento delle donne rivoluzionarie e i suoi scritti, che hanno influenzato intere generazioni. In questo biopic non tradizionale, cinque Gloria tracciano l’influente viaggio della Steinem. A partire dal suo viaggio in India come giovane donna, alla fondazione della rivista “Ms.” a New York, al suo ruolo nella crescita del movimento per i diritti delle donne negli anni ’60 e oltre.

Notevoli performance di Julianne Moore e Alicia Vikander che guidano un cast coinvolgente sostenute anche da Janelle Monáe e Bette Midler. La regista Julie Taymor detta le proprie regole in questa eclatante ode all’auto-riflessione, esplorando l’importanza di forgiare il proprio cammino e abbracciare le sfide che la vita ti mette davanti.

KAJILLIONAIRE

I truffatori Theresa e Robert hanno passato 26 anni ad addestrare la loro unica figlia a truffare, imbrogliare e rubare ad ogni occasione. Durante una disperata e frettolosa rapina riescono ad ammaliare una gentile sconosciuta, convincendola ad unirsi al loro prossimo colpo, sconvolgendo così la loro routine. L’improbabile legame che si forma tra la figlia Dolio e la sconosciuta comincia a sfidare la strana e stoica realtà di Dolio, che si ritrova improvvisamente intrappolata tra l’unica famiglia che abbia mai conosciuto e la prospettiva della totale libertà.

Nel cast Evan Rachel Wood e Gina Rodriguez, la cui chimica trasporta la storia minuto dopo minuto. 

THE LAST THING HE WANTED

La giornalista e madre single Elena McMahon ha rigorosamente investigato le attività di “Contra” in America Centrale per anni. Suo padre si ammala e le lascia una serie di affari incompiuti riguardanti traffici di armi in quella stessa regione. Diventata ora una pedina in un rischioso e oscuro gioco, con al fianco un ufficiale di stato americano con cui ha condiviso un passato, Elena ha bisogno di analizzare la propria storia per sopravvivere. Con la sua vita disincantata che l’aspetta a casa, è costretta a considerare ciò che vuole davvero.

La regista Dee Rees mette insieme i talenti di Anne Hathaway, Willem Dafoe e Ben Affleck, i quali si impegnano a trasmettere le discutibili intenzioni , le imperscrutabili connessioni e gli amari destini di questi complessi personaggi.

WENDY

La classica favola di Peter Pan vista dal punto di vista di Wendy Darling. Benh Zeitlin torna a dirigere per la prima volta da “Beasts of the Southern Wild”, che ha vinto il Gran Premio di Giuria U.S. Dramatic al Sundance Film Festival 2012.

THE FATHER

Quasi 80 anni, malizioso, caustico e determinato a vivere da solo, Anthony rifiuta ogni badante assunto da sua figlia Anne. Anne cerca disperatamente aiuto. Deve rinunciare alle sue visite quotidiane, e la presa di Anthony sulla realtà si sta sgretolando. Visto l’andare e venire della sua memoria, a quanto della sua identità e del suo passato può aggrapparsi? Anne piange la perdita di suo padre mentre accade davanti ai suoi occhi, ma non ha forse anche lei il diritto di vivere la propria vita?

Spettacolari performance di Anthony Hopkins e Olivia Colman. The Father è lo stupefacente esordio dello sceneggiatore e regista Florian Zeller. Sconvolgente, straziante e toccante, mette in discussione la verità e la natura della realtà e al contempo mette astutamente a nudo la fragilità della condizione umana.

THE NEST

Rory, un ambizioso imprenditore, persuade la moglie americana Allison e i loro figli a lasciare le comodità dei sobborghi americani per tornare alla sua nativa Inghilterra durante gli anni ’80. Cogliendo l’opportunità, Rory si ricongiunge al suo vecchio studio e affitta un vecchio maniero di campagna, con terreno per i cavalli di Allison e piani per costruire una stalla. Ma la famiglia cede sotto uno stile di vita insostenibile e un crescente isolamento, mentre si avviano verso un crollo apparentemente inevitabile.

Spinto da un malessere estetico magistrale, Sean Durkin contempla il sistema di valori corrosivo degli anni ’80, mentre si diffonde come una malattia che nessuno si rendeva conto fosse lì. Rory ne è l’incarnazione, l’impenitente capitalista per il quale ricchezza e status diventano la misura del proprio valore. Questo veleno morale entra in casa sua, conducendo ogni membro della sua famiglia all’autodistruzione. Tra la critica sociale annebbiante e il dramma vissuto dai personaggi, Durkin riflette sulla vacuità morale e spirituale di una società che disinteressatamente aspira a sempre più cose, abbandonando tutto pur di ottenere quello che vogliamo, anche quando non sappiamo più perché lo vogliamo.

Premiere Documentary

ASSASSINS

Il misterioso omicidio di Kim Jong-nam, membro della famiglia reale nordcoreana, ha scatenato un’affascinante indagine globale. Al centro della storia due donne, sotto processo per l’omicidio. Sono spietate assassine o semplicemente pedine politiche in un gioco contorto?

Un’altra tormentata, straziante esplorazione di una vicenda storicamente rilevante. Indagine rigorosa e ritratto empatico, fa luce sulle ramificazioni globali di questo caso e sulla vita in gioco di due giovani donne.

DISCLOSURE: TRANS LIVES ON SCREEN

Questo documentario senza precedenti si offre di far luce sulle rappresentazioni transgender al cinema e in televisione, rivelando come Hollywood rifletta e allo stesso tempo crei le nostre più profonde ansie sul gender. Leader creativi transgender tra cui Laverne Cox, Lilly Wachowski, Yance Ford, MJ Rodriguez, Jamie Clayton, e Chaz Bono, condividono le loro reazioni personali e la resistenza agli stereotipi di genere in alcuni dei momenti più amati di Hollywood. Alle prese con film come “A Florida Enchantment”, “Quel pomeriggio di un giorno da cani”, e “Boys Don’t Cry”, e con serie tv come “Arcibaldo – All in the Family”, “The L Word”, e “Pose”, questo documentario traccia un passato disumanizzante ma anche in evoluzione, complesso, e a volte anche divertente. L’esame di questa narrazione collettiva fornisce una visione impressionante di come le nostre percezioni dei personaggi trans siano state plasmate nel corso dei decenni.

MISS AMERICANA

Taylor Swift è un’icona globale costantemente in testa alle classifiche. Riempie decine di stadi tour dopo tour e continua a sfidare sé stessa sia professionalmente che personalmente pur rimanendo salda nella sua visione di artista. Pochi hanno ottenuto tanto quanto lei, o hanno avuto la loro vita personale sviscerata e analizzata pubblicamente allo stesso modo, ma ora si trova di fronte a un momento di svolta nella sua carriera, utilizzando la sua piattaforma non solo come cantautrice ma come donna, senza paura di sfruttare il pieno potere della sua voce.

La regista Lana Wilson offre una finestra sfaccettata su Taylor Swift, il suo processo creativo e la sua singolare esperienza di essere una delle stelle più luminose della scena mondiale. Mostrando la vulnerabilità del marchio Swift e la sua feroce intelligenza e arguzia, Wilson cattura momenti sia teneri che esilaranti mentre la superstar si imbarca nell’ultimo capitolo (finora) della sua già straordinaria carriera.

THE SOCIAL DILEMMA

I maghi della tecnologia hanno ideato una nuova forma di capitalismo e l’umanità è ora la prima risorsa che alimenta la macchina. L’intelligenza artificiale nascosta e potente, incaricata di distogliere la nostra attenzione sta distruggendo le norme sociali, mettendo in pericolo la verità e la democrazia, e mettendo la civiltà su un percorso programmato verso l’autodistruzione.

Furbamente divertente, The Social Dilemma suona come un campanello d’allarme sul capitalismo di sorveglianza nella speranza di preservare il tessuto stesso della nostra società prima che sia troppo tardi.

Special Events

HILLARY

Tutti hanno un’opinione su Hillary Rodham Clinton. Ammirata e diffamata in misura quasi uguale, rappresenta innegabilmente molte cose diverse per molte persone diverse. Percorrendo cinque decenni consecutivi della sua affascinante carriera, la serie completa di documentari di Nanette Burstein intreccia capitoli biografici della vita della Clinton con scene riprese dalla sua campagna presidenziale del 2016, che hanno portato ad una biografia eccezionalmente intima.

Con accesso senza precedenti alla ex First Lady, senatrice, Segretario di Stato, e candidato presidenziale, alla Burstein è dato libero campo per porre anche le domande più difficili alla Clinton, sondando con la stessa intensità i suoi più stretti alleati e avversari politici. Il risultato è uno sguardo fermo alla notevole vita e carriera di una delle figure femminili più riconoscibili nella storia della politica americana.

LEAP OF FAITH

Nel corso di una carriera che comprende “Doc of the Dead”, “78/52”, e “Memory: The origins of Alien”, Alexandre O. Philippe ha sviluppato il suo modo di esplorare l’arte del cinema e dei suoi operatori. La sua ultima è un’esuberante opera lirica che svela il capolavoro del 1973 di William Friedkin, “L’esorcista”. Philippe e Friedkin hanno intrapreso un’epica conversazione di sei giorni, su modello dell’intervista di Hitchcock e Truffaut, che forma la colonna narrativa del film, approfondendo le influenze di Friedkin, la sua teoria del momento“rosebud”,  la complessità di adattare il romanzo di William Blatty, gli intrighi di produzione e anche la fede dell’attore Max von Sydow.

Philippe trova in Friedkin un uomo filosofico rinascimentale costretto dai misteri del destino e della fede. Friedkin esamina il vortice del processo decisionale creativo che definisce la regia cinematografica in un senso più ampio, e la sua capacità di articolare quel processo in gran parte intuitivo è straordinaria. Che il suo lavoro sia illuminato da un’analisi così penetrante è un dono per tutti i cinefili.

MCMILLION$

Negli anni ’90, il Monopoly di McDonald’s era ovunque, con un marketing iper diffuso che attirava milioni nei punti vendita. Tutti speravano di vincere premi che andavano dai panini alle vacanze, passando per premi in denaro. Meno nota è la rete di giocatori che sono stati arrestati con l’accusa di aver truffato McDonald’s di più di 24 milioni di dollari manipolando il gioco. Un’indagine avviata da una soffiata anonima rivela agenti memorabili dell’FBI, strani ed esilaranti vincitori di premi, e uno schema straordinariamente complesso che rispecchia il gioco stesso.

Presentato con umorismo e compassione, quello che inizialmente sembra un crimine senza vittime si rivela in ultima analisi una cospirazione che continua a influenzare la vita delle persone coinvolte.

THE TRADE

Il regista Matthew Heineman è noto per indagare su soggetti da cui altri preferirebbero stare lontani. Che affronti i cartelli della droga o la crisi degli oppiacei, rimane un osservatore ponderato e imparziale, il cui accesso alle vicende è senza pari, affascinante e snervante. Qui Heineman si concentra sulla tratta di esseri umani e sulle comunità di migranti che cercano un’esistenza più sicura. Seguiamo i migranti dall’America centrale nel loro viaggio negli Stati Uniti (e ritorno a casa dopo la deportazione), le persone che vengono pagate somme oltraggiose di denaro per tentare il contrabbando attraverso il confine, e coloro che cercano di ostacolare queste attività illecite e spesso mortali. 

The Trade è un tempestivo studio emotivo sulla vulnerabilità umana, lo sfruttamento e la paura, esponendo alcuni aspetti molto deprimenti del sogno americano e il destino di persone che non hanno altra scelta che inseguirlo.

Siamo giunti alla fine di questa lunga carrellata, ma il divertimento non finisce qui, puoi trovare tutte le informazioni relative al Sundance Film Festival cliccando qui, dove potrai anche esplorare l’intero catalogo dei lungo e cortometraggi in gara. 

di Elvira Bianchi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi