Breaking
Gio. Feb 29th, 2024

Intervista a Simonetta Columbu: “Dopo la Tempesta arrivo in ‘Che Dio ci aiuti 5’” La new entry della fiction di Rai Uno si racconta presentando il suo personaggio.

*Fotografia di Fabio Lovino

Oggi, giovedì 10 gennaio 2019, debutta su Rai Uno “Che Dio ci aiuti 5”. La fiction, che ha come protagonista Elena Sofia Ricci nei panni di Suor Angela, ritorna con tante novità. Una delle new entry più interessanti è sicuramente Simonetta Columbu, che abbiamo apprezzato lo scorso anno nel film di Daniele Luchetti “Io sono Tempesta”. L’attrice sarda interpreta Ginevra, una novizia appassionata, ligia alle regole ma anche piena di paure. È stata proprio Simonetta a presentarci il suo personaggio e a raccontarsi in un’intervista esclusiva per “La voce dello schermo”.

Salve Simonetta. Bentornata su “La voce dello schermo”. Da stasera ti vedremo in “Che Dio ci aiuti 5”. Presentaci un po’ il personaggio di Ginevra e gli aspetti che hai amato di lei…
Interpreto Ginevra Alberti, una giovane novizia sarda che giunge al Convento degli Angeli per portare avanti il suo percorso spirituale. Dopo il suo arrivo al convento di Suor Angela, alcune sue convinzioni e prospettive saranno messe in discussione. Dovrà fare i conti con tanti aspetti della sua vita personale e con questioni irrisolte. Ginevra è una ragazza buffa, goffa, un po’ scoordinata, ma al tempo stesso sensibile, profonda e forte.

Avevamo presentato, mesi fa, il personaggio che hai interpretato in “Io sono Tempesta”. Ginevra sembra esser molto diversa da Radiosa. Com’è stato per te metterti alla prova interpretando personaggi così differenti?
Solitamente i personaggi ci appaiono in un modo e, nonostante le diversità, ci sono sentimenti universali da interpretare. Che Radiosa fosse una escort e che Ginevra faccia la novizia è poco rilevante. L’importante è indagare sui sentimenti dei personaggi. Sinceramente mi hanno colpito molto alcune caratteristiche di Radiosa e altre di Ginevra.

 

*Fotografia di Fabio Lovino

Cosa si prova a recitare in una fiction così amata dal pubblico?
È stato un bel traguardo. Mi sento molto onorata di aver avuto la possibilità di interpretare un ruolo così significativo, non soltanto in termini di presenza nella fiction ma anche per quanto riguarda la storia del mio personaggio, che è molto interessante. È stato un compito molto importante e ciò mi rende entusiasta.

Cosa ti ha colpito di più dal set?
Sicuramente la perfezione e la grandezza di questa ‘macchina’ televisiva e quanto si impara lavorando giorno dopo giorno sul campo, in un contesto lavorativo come questo.

Tu sei sarda. Il mestiere di attore spesso obbliga ad allontanarsi dalla propria terra. Che rapporto hai con la Sardegna?
Ho un rapporto bellissimo con la mia terra d’origine. Roma mi ha adottato, mi ha accolto a braccia aperte e mi ha regalato tante opportunità bellissime ma, ovviamente, la mia terra rimane la Sardegna.

Abbiamo conosciuto Simonetta attrice. Com’è nella vita reale?
Sono una persona come tutte le altre, che apprezza le cose semplici della vita, come andare a mangiare una pizza o ascoltare la musica. Mi ritengo una persona molto allegra, ma anche riflessiva.

Di Francesco Sciortino

By lavocedelloschermo

Francesco Sciortino, giornalista pubblicista dal 2014, appassionato di serie tv, cinema e doppiaggio. In passato cofondatore della testata online “Ed è subito serial”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi