Breaking
Dom. Feb 25th, 2024

Intervista ad Angela Curri de “La mafia uccide solo d’estate”: “Angela Giammarresi cresce con me”

Fotografia di Alessandro Pizzi e di Simone Belli Make-up
Fotografia di Alessandro Pizzi e di Simone Belli Make-up

La voce dello schermo ha intervistato, in esclusiva, Angela Curri, in tv, da giovedì 26 aprile su Rai Uno, con la seconda stagione de “La mafia uccide solo d’estate”. L’attrice, che nella serie interpreta Angela Giammarresi, ci ha introdotto alla visione dei nuovi episodi, anticipandoci cambiamenti e problemi amorosi che vivrà il suo personaggio. Dal 21 giugno, Angela sarà anche nelle sale cinematografiche con “Dei” di Cosimo Terlizzi, un film che racconta problemi adolescenziali e mette a confronto piccole e grandi realtà.

Salve Angela, benvenuta a “La voce dello schermo”. La prima stagione de “La mafia uccide solo d’estate” si era conclusa con la famiglia Giammarresi che non voleva abbandonare la Sicilia. Cosa vedremo nelle nuove puntate? Che risvolti ci saranno nel tuo personaggio?
Naturalmente la famiglia Giammaresi decide di rimanere a Palermo, nonostante la paura per la Mafia. Io continuo a vivermi il mio amore per Marco ed è anche il motivo per cui non voglio andare via da Palermo. Dopo la continua ricerca dell’amore, durata per una stagione intera, rimanere a Palermo mi permette di vivermi questa storia. Vedremo poi come si evolverà questa storia d’amore, perché sorgeranno problemi a causa delle loro diversità e subentrerà un nuovo personaggio, che è Rosario, già visto durante la prima stagione. Angela Giammarresi segue l’andazzo della prima stagione. Molto ingenua, esplosiva e adolescente. Durante lo sviluppo delle nuove vicende ci saranno degli eventi che la faranno cambiare, cercherà di diventare sempre più donna e crescerà molto dall’inizio della stagione fino alla fine.

Cosa ti è piaciuto di più del personaggio di Angela e com’è stato, per te che sei pugliese, interpretare una ragazza siciliana?
L’aspetto che mi è piaciuto di più di quest’anno è che Angela vive tanti cambiamenti ed è molto divertente poter gestire tutti questi cambi durante il periodo delle riprese. E’ un personaggio a cui sono molto legata perché, soprattutto Angela della prima stagione, era molto simile a me e le ho trasmesso tanto del mio mondo.
E’ stato bello interpretare una palermitana, per prima cosa perché amo la Sicilia, perché è una terra meravigliosa e potere vestire i panni di una siciliana adolescente è molto divertente. Poi è un mondo molto vicino a quello da cui provengo io, perché sono una ragazza del sud e provengo da un piccolo paesino.

Dal 21 giugno ti vedremo anche al cinema nel film “Dei” di Cosimo Terlizzi. Presentaci un po’ questo film e il ruolo che interpreti…
Il film racconta di Martino, un ragazzino di diciassette anni che comincia ad essere incuriosito dal mondo che lo circonda, dal sesso e da tutto ciò che riguarda l’adolescenza. Il film si può suddividere in due spazi: la parte campestre, a cui appartengo io, Martino e la famiglia; e la parte urbana, di cui fanno parte un gruppo di ragazzi molto particolari, che vogliono essere gli “dei” che rimandano al titolo del film.
Interpreto una ragazzina di vent’anni che si chiama Valentina ed è pugliese, quindi della mia terra, ed è la migliore amica del protagonista, che è più piccolo di me. In questo film mi sono ritrovata molto perché anche io sono stata catapultata da una realtà molto piccola ad una significativamente più grande, come quella di Roma, e penso che anche il pubblico si possa rispecchiare molto in questa storia.

Altra fiction che ti ha lanciata è “Braccialetti Rossi”. Cosa porti nel cuore di questa esperienza?
“Braccialetti Rossi” è stata una delle mie prime esperienze, quindi sono molto affezionata a quel progetto. Potersi avvicinare, anche grazie a dei film, a certe tematiche e a certe situazioni della vita molto importanti non può far altro che farti crescere. Mi ha reso molto più attenta a quello che mi circonda e mi ha fatto maturare molto. Si era creato anche un bellissimo legame sul set con gli altri ragazzi, nonostante ciò che abbiamo raccontato.

Tu sei molto giovane, cosa significa per te crescere sul set?
Per me, ogni personaggio che interpreto è un tassello in più nella mia vita e porta qualcosa di importante alla mia crescita. E’ come se ogni personaggio facesse parte di me e crescesse con me. Come ad esempio il personaggio di Angela Giammarresi, che mi accompagna nella mia vita.

Ci sono altre interpretazioni che ti piacerebbe ricordare?
Vorrei ricordare la Fornarina, nel film “Raffaello – Il principe delle arti” di Sky. E’ stato interessante poter dar vita ad un dipinto ed interpretare la musa di uno degli artisti più importanti del nostro Paese. E’ stato molto bello. In realtà, per me, tutte le interpretazioni sono importanti e non riuscirei a sceglierne una tra tutte.

Dove ti vedremo dopo “La mafia uccide solo d’estate”?
Adesso non so ancora bene cosa succederà. Mi sto fermando un po’ per studiare e per aggiornarmi. Poi ho dei progetti in cantiere, che non posso svelare ancora.

Se potessi rubare un ruolo a qualcuno, quale sceglieresti?
Ho amato tantissimo l’interpretazione di Natalie Portman in “Jackie”, quindi, se potessi, sceglierei lei.

Abbiamo conosciuto Angela Curri attrice. Che telespettatrice sei invece? Cosa guardi in tv e in cinema?
Mi piacciono molto i film d’autore e quando posso guardo molte serie tv. Non ho un genere preferito, ma in base al periodo della mia vita preferisco un genere di film piuttosto che un altro.

Questo portale si chiama “La voce dello schermo”. Cosa significa per te ascoltare la voce dello schermo?
Devo dire che personalmente ho fatto fatica ad ascoltare proprio la mia di voce attraverso lo schermo. Per cui, per me, ascoltare la voce dello schermo significa in primo luogo accettarla.

Di Francesco Sciortino

 

 

By lavocedelloschermo

Francesco Sciortino, giornalista pubblicista dal 2014, appassionato di serie tv, cinema e doppiaggio. In passato cofondatore della testata online “Ed è subito serial”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi