Breaking
Sab. Giu 22nd, 2024

Quei cinque bravi ragazzi delle serie tv

Dopo aver analizzato i cinque ribelli delle serie tv, “La voce dello schermo” torna sull’argomento per ricordare i 5 bravi ragazzi che hanno fatto la storia delle serie tv. Al contrario dei personaggi che uscivano fuori dagli schemi, i ragazzi dalla faccia d’angelo spesso annoiavano il pubblico, che si schierava quasi sempre dalla parte della pecora nera della situazione. Ma vediamo chi sono i cinque prescelti da “La voce dello schermo”:

1) Richie Cunningham (Ron Howard) di “Happy Days”: Considerato come uno dei padri fondatori del personaggio del bravo ragazzo, Richie Cunningham incarna perfettamente l’anti-Fonzie. Timido, spesso imbranato, goffo e ingenuo, rappresenta la retta via da seguire. Quasi sempre, però, il telespettatore preferiva Fonzie tra i due. Ah, quelli sì che erano Happy Days!

2) Brandon Walsh (Jason Priestley) di “Beverly Hills 90210”: Anche Brandon Walsh sembra incarnare il personaggio dell’angioletto buono in “Beverly Hills 90210”. Viene spesso oscurato da Dylan, tuttavia anche Brandon è umano e a volte fa emergere il diavoletto che è in lui. Nel complesso, però, appare sempre come il razionale del gruppo e quello che sa sempre qual è la cosa giusta da fare. Dopo la sua uscita di scena, la mancanza di Brandon si è sentita tantissimo nello show.

3) Dawson Leery (James Van Der Beek) di “Dawson’s creek”: Forse il bravo ragazzo più fastidioso delle serie tv. Troppo radicale nel suo modo di ragionare e giovane fuori ma vecchio dentro. La batosta del tradimento del migliore amico Pacey, con la sua anima gemella Joey, lo farà maturare un po’, ma le sue lacrime al termine della terza stagione rimarranno un momento indimenticabile per i fan della serie.

4) Lucas Scott (Chad Michael Murray) di “One Tree Hill”: Ragazzo buono anche lui, sensibile, colto, introverso. Il suo personaggio non è oscurato da quello di Nathan, come accaduto a Dawson e Brandon, ma inizialmente viene visto come un personaggio positivo che prevale su quello negativo. Con il passare del tempo, però, i due fratelli Scott diventeranno figure positive entrambe e meriteranno un approfondimento. Anche Lucas, come Brandon, ogni tanto si lascia andare ad attimi di spensieratezza e di irrazionalità e, come Brandon, sa quasi sempre qual è la strada giusta da imboccare. 
5) Seth Cohen (Adam Brody) di “The O.C.”: Il buono più insicuro delle serie tv. Prima dell’arrivo di Ryan la sua vita era circondata da regolarità. Quando Ryan giunge ad Orange County, Seth si trasforma in un personaggio più interessante e anche più sfrenato. Da insicuro, debole, asociale, diventa un personaggio simpatico, ironico, interessante e anche più maturo. E’ l’esempio di come la sicurezza a volte possa cambiare il fascino di una persona.

 

Di Francesco Sciortino

By lavocedelloschermo

Francesco Sciortino, giornalista pubblicista dal 2014, appassionato di serie tv, cinema e doppiaggio. In passato cofondatore della testata online “Ed è subito serial”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi